Produzione video Roma

Marcello Mazzilli - Produzione Video Roma
Introduzione

Anche nell'era di internet la produzione di video continua a conservare il suo fascino. Un audiovisivo, se ben realizzato, può qualificare la comunicazione di una impresa in un modo certamente più immediato e fruibile. La comunicazione lineare (un filmato lo si guarda dall'inizio alla fine) rispetto a quella ipertestuale, fatta di salti da un argomento all'altro, presenta innumerevoli vantaggi.Un filmato permette all'azienda di raccontarsi esattamente nel modo in cui vuole essere percepita senza costringere l'utente ad una analisi personale e mai uguale di elementi dispersi (il brand, il look, la storia, la mission, etc).
Ogni informazione, ogni singolo elemento, è presentato allo spettatore esattamente come noi vogliamo nell'ordine che vogliamo. Contemporaneamente un video corporate, sia esso un documentario, un filmato istituzionale o uno spot, presenta al pubblico le informazioni che vogliamo comunicare in un modo completo e omogeneo dove nomi, date, cifre e tecnologie convivono a colori, suoni, immagini ed emozioni.
 
Produzione video Roma - il set
La relazione Cliente/Produzione

Nelle piccole aziende solitamente è il titolare che sceglie di realizzare un filmato aziendale mentre nelle imprese più grandi gli uffici Marketing e Comunicazione possono scegliere di destinare una parte più o meno interessante dei propri budget al mezzo audiovisivo. In entrambi i casi è importante che, prima ancora di contattare la società di Produzione Video di riferimento, i manager dell'impresa abbiano ben chiare le ragioni che li porteranno alla realizzazione di un filmato e i limiti e le potenzialità del mezzo televisivo.
 
Un responsabile per la comunicazione aziendale che conosce il suo mestiere non si innamora di uno spot TV o di un video musicale per poi chiedere al Producer esterno di raccontare con lo stesso stile e format la propria azienda! Al contrario focalizza la propria attenzione e quella del suo team di lavoro sul PERCHE' lo si vuol fare e su COSA si vuole comunicare e solo dopo dovrà, assieme al professionista dell'audiovisivo, ricercare il modo migliore per raccontare la sua storia.

Perché comunicare con un audiovisivo?

I nostri occhi e le nostre orecchie sono i più importanti strumenti con i quali percepiamo la realtà che ci circonda. Non a caso sin da quando esiste l'uomo esso ha cercato di raccontare la propria storia e le proprie storie attraverso le immagini e i suoni, e tutti possiamo immaginarci come doveva essere stare seduti attorno ad un fuoco ad ascoltare le narrazioni del vecchio capo villaggio mentre lo si osservava disegnare sulla sabbia con un bastone. Ci sono volute migliaia di anni per arrivare alla “lanterna magica”, la sorella minore del Cinema e qualcosa in più perché alle immagini a 24 fotogrammi al secondo venisse affiancata una colonna sonora.

Ma l'audiovisivo è tutt'altro che vetusto. Oggi esso è il principale contenuto fruito non solo sulla televisione e sul satellite ma sul PC, sui tablet e sugli smartphone. Cambia il supporto quindi ma non il media che, ovviamente declinato in modo moderno e costruito su misura per il supporto che ci interessa, risulta più nuovo e fresco che mai.

Cosa vogliamo comunicare?

La prima cosa che un manager della comunicazione aziendale deve chiedersi prima di affrontare la realizzazione di un audiovisivo...così per qualsiasi progetto di comunicazione...è COSA si vuole comunicare. I valori dell'azienda, la sua storia, un nuovo prodotto o processo produttivo, il raggiungimento di un obbiettivo o magari lanciare la sfida al proprio personale per conseguirlo.
 
Lo strumento dell'audiovisivo, per la sua stessa natura, può permettere vari livelli
di comunicazione contemporanea.

Possiamo ad esempio realizzare un filmato ricco di immagini emotive accompagnato da una colonna sonora imponente e contemporaneamente proiettare sul filmato grazie alla computergrafica una moltitudine di dati e informazioni sottolineate da una voce impattante, senza chiedere allo spettatore di fare alcuno sforzo nell'unire le varie informazioni. Ad un livello stiamo raccontando allo spettatore la grandiosità della nostra azienda mentre contemporaneamente stiamo informando lo spettatore su dati e cifre. Immaginare di fare lo stesso con un altro media è difficile in quanto una brochure o un sito web avrebbero richiesto un “lavoro” da parte dell'utente e comunicare quel senso di grandiosità e di successo avrebbe richiesto prima una completa metabolizzazione dei dati proposti.
Spot tv “Accanto a te”
 
CPL Concordia è una azienda cooperativa di servizi ad Enti e grandi imprese già molto presente in Italia ma che, operando nel B2B, è sconosciuta al grande pubblico. La necessità di far conoscere il proprio brand ad una platea più vasta ha portato il Responsabile per la Comunicazione Gabriele Greco a convincersi della necessità di realizzare uno spot nel quale il brand fosse al centro della comunicazione.
CPL si è rivolta quindi ad Unicity S.p.A., una azienda con la quale già collaborava per la documentazione aziendale e li ha coinvolti nella produzione di questo spot. L'idea, nata dal cliente, era quella di rendere protagonista del filmato una coccinella, simpatico animaletto presente nel logo dell'azienda, e di mostrarla come invisibile angelo custode delle nostre giornate. Assieme a Marcello Mazzilli l'idea ha cominciato a prendere corpo. La produzione ha coinvolto il cliente per tutte le fasi della pre-produzione

Il cliente ha avuto l'ultima parola sulla scelta dell'attrice durante i casting, mentre il direttore della fotografia e Marcello Mazzilli valutavano le strutture a loro disposizione. L'Università Roma III è stata trasformata prima in una piccola cittadina di provincia e poi in un ospedale mentre la palestra Forum... ha interpretato sé stessa. Per il Borghetto di Ostia Antica dove è stata girata l'ultima scena sono state richieste le autorizzazioni al Comune di Roma (per l'occupazione del suolo pubblico) e al Ministero dei beni Culturali.

L'esperienza dello spot tv realizzato per CPL, ma soprattutto con CPL, ha dimostrato che se il cliente e la produzione riescono a lavorare assieme, fianco a fianco, nella realizzazione di un prodotto audiovisivo, il risultato può essere ottimo.

Gabriele Greco di CPL ha poi avuto modo di scrivere: “Per una azienda come CPL, lavorare sullo spot “accanto a te” interfacciandosi direttamente con il regista/producer non è stato semplice: nonostante le riunioni, i briefing, le mille telefonate, avevo sempre l'impressione che mancasse il tempo necessario per trasferire gli elementi utili al lavoro del regista. In questo caso però ho trovato in Marcello una persona particolarmente acuta ed attenta, capace di leggere tra le righe e trascodificare in un linguaggio nuovo la vita di CPL CONCORDIA

 
Montaggio e produzione video Roma - Attrezzature
Realizzare un convegno aziendale

Per quanto concerne l'audiovisivo, un convegno aziendale può presentare l'occasione per tentare strumenti innovativi come le videoproiezioni fuori misura (ad esempio 3-4 schermi affiancati) o l'utilizzo del 3D (ai partecipanti vengono distribuiti appositi occhialini) o ancora strumenti borderline come la multivisione o la proiezione su superfici esterne (palazzi, chiese) e molto altro. Spesso si tratta di tecnologie nuove da customizzare per l'evento.
Cliente e società di produzione lavorano per settimane e mesi prima dell'evento per trovare la soluzione più creativa che meglio sfrutti la nuova tecnologia e, qui sentiamo di poter fare uno strappo alla regola, la tecnologia è importante quanto la creatività perché è essa stessa evento, happening. In casi come questo vanno sempre più sviluppandosi tecnologie customizzate che, per la loro portabilità, permettono un notevole risparmio dei costi legati al noleggio della sala ed ai costi del personale come quella da noi sviluppata che viene riportata nell'articolo qui accanto.

Ciò che conta è che il regista sia in completa sintonia con il tema dell'evento. Spesso infatti il noioso convegno di tre giorni può essere ravvivato da una accorta regia che non si limiti a seguire visivamente gli spostamenti degli ospiti e degli oratori ma che, ponendo attenzione all'argomento trattato, sia pronta a mostrare di volta in volta persone in platea che, magari solo con una espressione del viso, commentano quanto viene detto, prendono appunti, ne discutono, etc.
Produzione audiovisivi Roma
La regia video digitale HD in una valigetta
Una soluzione ideale per eventi, congressi, concerti con una riduzione dei costi legati alla documentazione video.
"Forte della propria esperienza Mazzilli non si è mai accontentato delle soluzioni reperibili in commercio e, complice la crisi economica che ha visto i budget dei clienti restringersi sempre più, ha concentrato i propri sforzi nella realizzazione di un servizio che riducesse i costi legati alla documentazione video di un evento come congressi, concerti e rappresentazioni teatrali. Utilizza infatti apparecchiature portatili e "trasporta" una vera e propria regia digitale in alta definizione che entra in una valigetta di 12 chili o poco più. La regia video realizzata permette di controllare fino a 6 videocamere broadcast in HDSDi con qualità a 10bit. Alle immagini è possibile aggiungere titoli in computergrafica, è possibile mandare contributi (come animazioni, sigle, etc..) o collegare un PC tramite una porta Dvi o HDMI per mandare slide da PowerPoint o altri contributi multimediali. La regia è poi dotata di software di streaming pr trasmettere direttamente ad un server web.
Insomma, una vera e propria regia televisiva che ha avuto modo di sorprendere professionisti del settore. Mazzilli ci racconta che un producer di una delle principali case di produzioni indipendenti in Italia ha dichiarato che una cosa così non l'aveva mai vista. Un regista Rai gli ha confidato che per fare le stesse cose loro utilizzano una intera stanza con 5 o 6 persone!
Crediamo che il sistema sia fortemente innovativo e possa essere ben accolta da un settore sempre attento ai costi ma anche alla qualità.
"
Tratto dalla rivista specializzata del settore EVENTI AZIENDALI.

Per leggere l'intero articolo:

http://www.eventiaziendali.it/news/view/la-regia-video-digitale-hd-in-una-valigetta/504/
Il vostro video

Quale che sia l'audiovisivo che il responsabile per la comunicazione aziendale andrà a realizzare è importante comprendere che il professionista della comunicazione con il quale questi si relazionerà dovrà aver pienamente compreso le esigenze dell'azienda e ancor più i valori, la storia e lo spirito dell'impresa per la quale si appresta a portare il proprio apporto professionale e creativo.
Marcello Mazzilli - Produzione Video Roma
E-mail: marcello.mazzilli@gmail.com

Torna alla lista        Stampa